ascolto,  Erboristeria Ancestrale e Spirituale,  Senza categoria

Capire La Medicina Delle Piante

Mi capita molto spesso di sentire la paura e la diffidenza delle persone verso le erbe, paura di sbagliare a riconoscere, paura di sbagliare a trasformarle, paura di sbagliare a utilizzarle.

Questo è  il punto su cui io vorrei lavorare, un mio obiettivo è proprio permettere alle persone di essere sicure e fiduciose di quello che fanno con le erbe comprendendole e utilizzandole a tutti i livelli con fiducia.

Ma bisogna avere una laurea in farmacia o biochimica per ascoltare e capire la medicina delle piante?

Nooo assolutamente no, sarebbe come dire che non siamo in grado di capire e di esprimerci nella nostra lingua senza una laurea in lettere, non ha senso, perchè le erbe sono qui e parlano all’essere umano  Da così tanto tempo che quel linguaggio ce lo abbiamo codificato in noi.

Dobbiamo quindi scegliere di cominciare a fare un passo verso di noi, se quel linguaggio comunque ad un certo livello lo abbiamo dentro è fondamentale che lo andiamo a cercare, a recuperare; e per recuperarlo è fondamentale scegliere di ascoltarsi, di comprendersi, di cominciare gia da soli a togliere veli e a cambiare la percezione di questo “noi” che abbiamo, separato da tutto e con le proprie problematiche storie e dinamiche.

Fatto questo, agganciare il concetto di un “noi piu ampio” un noi come ci vede l’ecosistema, un “noi” esseri umani dentro l’ecosistema, un “noi collegato” realmente al tutto.

Quando andiamo a studiare le varie tradizioni, le storie, i miti, ci accorgiamo che il modo che avevano di “pensarsi”, di concepire loro stessi, gli esseri umani venuti prima di noi, era come parte integrante e non come un io sopra a tutto e a tutti, è importantissimo che scegliamo, se vogliamo davvero accogliere il messaggio delle piante che costantemente ci parlano, di fare un viaggio dentro di noi, un viaggio che diventa poi una trasformazione continua che ci porta verso il nucleo di cio che siamo, verso il nostro unico punto, che è il punto di connessione profonda con il sistema intorno a noi, quel punto neutro e imperituro che ci accompagna sempre e che è sempore attivo e che fondamentalmente è il luogo dove noi possiamo sentire le piante e come ci portano la loro medicina profonda.

Quindi in soldoni cosa dobbiamo fare? scegliere di ampliare cio che siamo e che sentiamo, espandere la nostra percezione e la nostra storia di vita, fare esperienze che ci permettano di includere tutte le parti dell’esistenza che poi altro non sono che tutti i livelli di cui noi abbiamo coscienza dell’esperienza e della realtà.

Dobbiamo espandere la nostra comprensione affinchè le piante siano esseri davvero pieni e individui “significanti” con un significato, che comunque noi tocchiamo continuamente. Io sono significante, importante, sono un individuo umano, come le piante sono significanti, importanti come individui vegetali ed è poi da li che dobbiamo partire, da questa piena consapevolezza. Prima pero’ di ogni altra cosa, prima di cominciare a sentire qualsiasi cosa è fondamentale che l’essere umano torni alla propria coscienza di essere umano e non di un guazzabuglio di idee, mente, maschere, schemi, blocchi e storie, ma che entri nella piena percezione di cosa significa essere umano che non ha nulla a che vedere solo con le funzioni fisiologiche ma che ha invece piu livelli di esistenza e di coscienza che sono simili a quelli delle piante. E’ poi li che avviene la magia, è poi nel trovare il comune denominatore che possiamo poi davvero entrare in profonda comunicazione e non ” parlare con le piante” da animali predatori e raziatori ma “ascoltare le piante” e interagire con il loro messaggio da esseri senzienti in un modo e esseri senzienti in un altro che essendo su questa terra hanno sicuramente o trovano un linguaggio comune.

Questo scritto puo risultare scomodo, e forse un po complesso per chi non ha mai preso coscienza piena di se, ma ho voluto scriverlo per far capire che nessuno puo insegnarvi a parlare con le piante, perchè è un atto predatorio e che le umanizza davvero troppo, ma c’è chi vi puo aiutare a comprendere qual’è il vostro specifico punto di contatto con gli individui piante che vi porta a comprendere di essere un unicum e che vi aiuta a ricevere tantissimi insegnamenti e benedizioni.

Prima di tutto e importante,  spostare l’attenzione dalla divisione, poi sentirsi, ascoltarsi profondamente e capire cosa è l’ascolto reale con tutti i sensi.

Uesto ci porta a vivere ognuno seguendo la propria storia in modo autentico e vero fuori dalle maschere e dalla mente, uba volta fatto ciò poi scendere in profondità nel significato, nel senso, nella percezione di quello che è il punto di contatto tra noi e loro che spesso è uguale ma un po diverso per ognuno, per aprirci al vero significato dell’esistenza attraverso la percezione dell’ecosistema e della coscienza delle aiutanti verdi che crescono.


Ogni volta che si apre un punto di coscienza, ogni volta che loro ci portano un po piu in profondità, saremo sempre piu capaci, erba dopo erba, pianta dopo pianta, di sentire vero, presente e attivo il messaggio che loro hanno per noi e di volta in volta scegliere di utilizzarlo o meno, nel modo piu esatto possibile per noi stessi e per gli altri.

Il mondo vegetale è un ecosistema di scambio potentissimo, un dare e avere continuo,  una volta accolto il messaggio e la medicina della pianta, è giusto scegliere di portarlo agli altri.

Questo è il punto, è la medicina che io voglio portare nel mondo, la presa di coscienza di quanto tutto è significativo, e denso e pieno di vita e relazione e soprattutto importante per noi esseri umani affinché possiamo realmente fare un esperienza umana piena e completa che ci permette di mettere tutto ciò che viviamo in equilibrio e che va a sanare la perdita di senso e significato a cui stiamo assistendo continuamente, anno dopo anno.

Siete pronti a fare questo viaggio? perchè e qui che vi porterò con il mio lavoro che ormai dura anni e so che non finirò mai di lavorare ad un livello sempre più profondo ogni anno, perché lavorare con il mondo verde, capire la medicina delle piante è questo:  un meraviglioso viaggio senza fine, loro sono le custodi del genere umano e così si manifestano a noi, ad un livello sempre più profondo.

Ho incentrato su questo tutti i miei corsi e le mie lezioni.

Uno dei miei scopi è onorare questa parte della vita, con questo tipo di coscienza e comprensione perche credo profondamente che rimanere in superficie ci limita e ci fa perdere moltissimo dell’esperienza con ciò che abbiamo attorno!

Aspettando vostri pareri, vi auguro un buon cammino e…approfondite sempre, siate attenti e aperti ad andare sempre oltre, questo è il lavoro più impirtabte che possiamo fare grazie al mondo verde!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *