Erboristeria Ancestrale e Spirituale,  Herbal Basic,  How to,  Senza categoria,  tradizioni

Le Nostre Antenate Raccoglievano Quando si Poteva.

Come si raccoglie?

Ma devo aspettare la luna crescente?

Mi hanno detto di aspettare tre giorni pieni di sole è vero?

Se raccolgo sotto questa costellazione o mi sbaglio, faccio qualche danno?

Cosa dice la tradizione? E quale tradizione?

Queste e molte altre domande sulla raccolta mi arrivano ogni stagione estiva.

C’è talmente tanta confusione e talmente tante informazioni su questo tema che spesso e volentieri chi raccoglie soprattutto per fare magia o per utilizzare le erbe a livello sciamanico/sprirituale, e non per uso fitoalimurgico o medicamentoso, si trova sommerso da millemila consigli che portano le persone a non fidarsi ma ad affidarsi.

Ogni corso, lezione e lavoro con le erbe che faccio parla di fidarsi di se stessi e delle Erbe, per farlo dobbiamo essere disposti a lasciare libri e letteratura a casa e a immergersi in quella che è la vera vita naturale di chi raccoglie.

Se io sono una raccoglitrice e mi servono determinate erbe, ma devo aspettare la tal costellazione, la tal luna, il tal giorno e la tal ora e persino tre giorni pieni di sole prima di raccogliere, l’atto stesso del raccogliere potrebbe non accadere mai.

Perchè in alcune zone del mondo tre giori interi di sole semplicemente potrebbero non esserci per mesi.

e quindi cosa si fa? non si raccoglie?

Qui ci viene in aiuto la saggezza popolare delle nostre antenate, ma senza andare indietro al neolitico, semplicemente basta chiedere ad un Herbana che ha ancora buon senso e che non è la raccoglitrice della domenica ma che fa della raccolta un lavoro e uno stile di vita.

Questo tipo di donne, o anche uomini conoscono le loro zone, il clima e le loro erbe e ti diranno sempre di raccogliere quando puoi, quando trovi, quando c’è.

Se così non fosse potrebbe scapparti il tempo dell’erba e star ancora aspettando che la tal costellazione entri in relazione con tal altri mille fenomeni.

Ovviamente dipende dalla vostra tradizione, da ciò che volete fare e da quale punto di vista approcciate le erbe.

Ci sono branche dell’erboristeria che si basano interamente su questi presupposti di trovare la triangolazione esatta per raccogliere, ma sono casi specifici e che vogliono ottenere risultati specifici.

Tutto dipende da cosa volete e sentite di fare voi con le vostre erbe, nell’arte verde non c’è ne giusto ne sbagliato ma prevale l’esperienza in campo e il rapporto reale con madre natura che è poi il fondamento di tutto cio che si fa, quando si dice di lavorare con le erbe.

Anticamente questo si faceva e questo viene ancora tramandato, se ora ho davanti a me l’ortica, e posso raccoglierla perché mi serve e so che la utilizzerò, lo faccio, non sto ad aspettare la luna giusta o la costellazione giusta perché quella piantina di ortica potrebbe essere già “andata” quando tutto si metterà in quadratura perfetta perché io posa raccogliere.

È il consiglio generale che viene dato da chi si muove in campo e raccoglie, ma se dovete utilizzare le erbe per fare magia o un incantesimo specifico o un rimedio specifico ovviamente avrete da aspettare il momento giusto e la luna giusta e il transito giusto. ma questa è un altra storia.

Raccogliere quando c’è, ho tempo, quando trovo e quando la natura e il clima me lo permette è sempre saggio. Nella mia esperienza ho visto moltissime persone aspettare il momento giusto da “letteratura” e poi non trovare più l’erba. Se una pianta fiorisce prima e mi servono i suoi fiori, raccolgo prima del tempo, perché essa stessa ha anticipato i suoi tempi per un motivo specifico e davvero non succede nulla, non ci avveleniamo, non staremo male e non ci succederà nulla.

Affidarci alla natura, osservando cosa c’è è sempre la soluzione migliore, certo questo se si ha un reale rapporto con l’ambiente attorno a noi, con il nostro ecosistema che è la poi è la prima abilità da sviluppare, la relazione con il mondo verde.

Raccogliete quando c’è quando trovate e quando potete, seguendo le regole etiche che trovate qui. con logica e con rispetto.

Onoriamo così la memoria delle nostre antenate e delle insegnati che ancora camminano sulla terra e che davvero hanno l’esperienza di come si fanno certe cose.

buona racolta!

Benedizioni Verdi

Annie

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *